• disturbi

    "Non è forte colui che non cade mai, ma colui che cadendo si rialza." J.W. Goethe

  • psicologa

    "Non è forte colui che non cade mai, ma colui che cadendo si rialza." J.W. Goethe

  • psicoterapeuta

    "Non è forte colui che non cade mai, ma colui che cadendo si rialza." J.W. Goethe

  • psicologia

    "Non è forte colui che non cade mai, ma colui che cadendo si rialza." J.W. Goethe

  • terapia

    "Non è forte colui che non cade mai, ma colui che cadendo si rialza." J.W. Goethe

Disturbi psicosomatici

disturbi psicosomatici

I Disturbi psicosomatici più diffusi sono quelli gastrointestinali, dell’apparato respiratorio, con speciale riguardo all’asma bronchiale, quelli dei disturbi cardiovascolari, delle malattie della pelle e delle disfunzioni metaboliche, endocrine sessuali; quelle dei disturbi muscolari e articolari (reumatismo articolare incluso). Vi sono poi numerosi disturbi psicosomatici che sono molto frequenti nei bambini, come i disturbi del sonno (insonnia pavor nocturnus), disturbi sfinterici (enuresi).
Quando è il corpo della persona ad esprimere la sofferenza che origina nella psiche, la cura sul piano psicologico non è meno importante degli interventi medici e va attuata assieme ad essi.

La sofferenza psichica può inoltre manifestarsi in comportamenti che, a causa della loro pericolosità e della loro compulsività, vengono considerati dei veri e propri sintomi. Sono comportamenti patologici le tossicomanie, dovute all’eccessivo uso di sostanze come alcool, droghe, farmaci. I disturbi alimentari, come l’anoressia e la bulimia, che colpiscono spesso gli adolescenti e i giovani adulti, in particolare le ragazze. La psicoterapia psicoanalitica ha confermato la sua validità anche nella cura dell’esordio psicotico. Per la cura di questi quadri morbosi è talora indispensabile modificare i fattori all’origine dei disturbi stessi.

L’intensità, la molteplicità dei sintomi e la ciclicità con cui si manifestano spesso in modo alquanto bizzarro, rendono difficile il trattamento di questi soggetti. Spesso le cure farmacologiche proposte possono riuscire utili, talora no e i sintomi continuano a riapparire senza che ci sia una base di patologia decifrabile. In genere ci si avvale di “ansiolitici” e “antidepressivi”, che se migliorano la situazione tuttavia non modificano la problematica sottostante. Rimane comunque il problema di trattare delle costellazioni sintomatiche che non devono essere prese con leggerezza, perché il grado di dolore è spesso elevato, così come il coinvolgimento e la sofferenza dell’ambiente circostante. In questi frangenti si parla di vere e proprie psicosomatosi. Talora l’iter dei malati passa attraverso un numero elevato di consultazioni che finiscono per rivelarsi deludenti e frustanti e addirittura essi possono arrivare alla conclusione che non ci sia nulla da fare per loro. L’isolamento e il ripiegamento su di sé sono l’ultimo frutto di questo iter . Il loro dolore rimane muto, lacerante e paralizzante. Un trattamento psicoanalitico, eventualmente associato alle cure farmacologiche del caso, dà invece la possibilità al paziente di considerare diversamente la situazione, ripercorrendo le tappe che l’hanno portato a questo punto di non ritorno, di capire insieme allo psicoterapeuta a cosa non si è dato ascolto nel corso della propria storia, permettendogli di rientrare in conflitto più proficuo con il proprio mondo affettivo, rendendo così superflua, la via della somatizzazione.

Per contattare la Dr. Sara Pesce chiama il numero: Tel. 041 441478 – Cell. 366 2078076
​La sua attività viene svolta nelle province di Venezia, Treviso e Padova.

PESCE DR. SARA | 1/5, Via Matteotti - 30033 Noale (VE) - Italia | P.I. 02688420278 | Tel. +39 041 441478   - Cell. +39 366 2078076 | pesce.sara7@gmail.com | Informazioni legali | Privacy | Cookie Policy | Sitemap
Powered by  Pagine Gialle  -  SmartSite